Lo chef Stefano cucina i crauti di Fabrizio al Cavallino Bianco in Val di Non



In Trentino, uno dei sapori tipici dell’autunno sono i crauti, una preparazione a base di cavolo cappuccio affettato finemente e lasciato marinare con solo sale grosso per un paio di mesi in tradizionali botti di terracotta.

Vi mostriamo come lo chef Stefano del Cavallino Bianco di Rumo prepara questa specialità.

Nelle fredde giornate d’autunno inoltrato, può capitare che il tempo meteorologico impedisca di uscire di casa, e così ci si può rilassare in famiglia, magari cucinando qualche piatto tipico del periodo, come per esempio i crauti. A settembre i cavoli cappucci adatti per questa ricetta sono pronti nei nostri orti, e per noi nonesi è usanza dedicare del tempo per raccoglierli, affettarli e riporli nei grossi contenitori in legno salandoli a strati. La sistemazione ideale per il tempo della macerazione è una cantina buia e ben arieggiata, dove pian piano i cavoli diventano crauti, assumendo quel caratteristico sapore acidulo che ben si accompagna con cotechino, puntine ed in generale carne di maiale gustosa e succulenta.

In cucina, il nostro chef Stefano vi racconta come cucinarli, e li presenta in abbinamento con puntine di maiale affumicate e il cotechino nostrano. Come sempre, il sommelier Roberto, accompagna il piatto con un vino trentino selezionato.


Ecco cosa vi serve (ingredienti per 4 persone):

50 gr di cipolla tritata

200 gr di pancetta affumicata tagliata a striscioline

1 kg di crauti, che bisogna risciacquare sotto acqua fredda corrente

Sale e pepe qb

Alcune bacche di ginepro

1 lt di brodo

PROCEDIMENTO:

Rosolare la cipolla in una pentola dai bordi medi, aggiungere la pancetta ed appena preso colore, aggiungere anche i crauti, sale e pepe (meglio se macinato fresco). Dopo aver fatto imbiondire anche i crauti, coprirli con brodo e lasciarli cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti coperti. Al termine della cottura, aggiungere qualche bacca di ginepro.

Ora i crauti sono pronti per essere gustati: sono un ottimo accompagnamento per cotechino bollito, puntine di maiale stufate, polenta e spezzatino.

Buon Appetito!